Cerca
  • pier paolo caserta

Quello che possiamo dire sulla crisi Covid-19

"Tutto ciò che sai è falso" , "è tutto studiato" , "è una pantomima decisa a tavolino" e simili costituiscono l'esatto correlato, conformista fino al midollo, della fiducia cieca nei confronti della narrazione ufficiale. I due OPPOSTI, speculari e complementari CONFORMISMI. Uguali forme di abdicazione al ragionamento, di fede dogmatica, simmetrici riflessi di atteggiamenti deduttivi per cui si "crede per vero" cioè che quadra con tutte le proprie convinzioni e pre-comprensioni, prestando fede solo agli elementi confermativi e tralasciando sistematicamente tutti quelli di segno contrario, anche quando evidenti.

Le informazioni vanno passate al setaccio, le narrazioni ufficiali vanno vagliate, quelle tossiche denunciate e decostruite. Ma sulle varie teorie del complotto vale davvero la pena leggere e far leggere Karl Popper. Sotto il livello dell'acqua non ha senso fare ipotesi su motivazioni nascoste, e non parlo del pasoliniano "Io so", che è invece modello di coraggio nel mettere insieme e legare in modo coerente cose apparentemente lontane, aprendo un nuovo scenario di comprensione. Ma questo richiede spessore, profonda riflessione, scomode domande e costante ricerca. In mancanza di tutto questo, lo scavo dietrologico è sicuro e pericoloso rifiuto di farsi carico della complessità. Con l''emergenza Covid il mare del complottismo ha trovato molti spunti per tracimare. Eppure non serve la ricerca di cause occulte per raccogliere alcuni semplici, ma decisivi, elementi osservativi:

- che, indipendentemente dalle origini e dalle intenzioni, la crisi Coronavirus ha agito come potente lente di ingrandimento per mostrare gli squilibri preesistenti, che si sono acuiti nei mesi della crisi, dimostrando l'urgenza di una drastica inversione di tendenza rispetto al modello iper-mercantilista egemone, che costituisce la fonte non più sostenibile di squilibri, sperequazioni, sofferenza sociale e gravi problemi globali.

- che dietro le quinte della pandemia si sta procedendo speditamente nell'opera di amputazione delle democrazia liberale e rappresentativa.

(a proposito, mentre dico liberamente questo, continuo, per la mia e altrui sicurezza, ad osservare tutte le norme per il contenimento del contagio).



29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti